giovedì 7 ottobre 2010

Condannato per i messaggi spam inviati su Facebook


Un tribunale canadese ha condannato a pagare un risarcimento di oltre 800 milioni di dollari una compagnia canadese per spam. La compagnia e' stata reputata colpevole di avere bombardato milioni di utenti di Facebook con messaggi pubblicitari non autorizzati. La insolita condanna e' stata decretata contro l'imprenditore online Adam Guerbuez. Ad aggravare la sua già delicata situazione, la natura stessa di quei messaggi. In seguito all’attacco perpetrato nel 2008, Facebook portò Guerbuez in tribunale e la scorsa settimana è giunto il verdetto definitivo: 873 milioni di dollari di sanzione, la più alta mai comminata per un caso di spam.

Nessun commento:

Posta un commento