sabato 18 febbraio 2012

Attenzione: nuova truffa su Facebook dalla morte Whitney Houston


La società di sicurezza Emsisoft dice che una truffa nuova ed altamente dannosa attira gli utenti su Facebook a cliccare su un link che promette di rivelare un "segreto scioccante" trovato durante l'autopsia di Whitney Houston.

La morte prematura della splendida cantante Whitney Houston ha scioccato il mondo. Tanto peggio i truffatori che ora stanno cercando di trarre profitto dalla morte del cantante pop. Essi distribuiscono i messaggi di Facebook su un video che afferma presumibilmente di rivelare i dettagli circa le circostanze della sua morte prematura. Gli utenti che cliccano sul link faranno suonare ai truffatore il registratore di cassa.

Dal momento che Whitney Houston è morta, il mondo è stato in attesa di conoscere maggiori dettagli sulle circostanze della sua morte prematura. Secondo questa nuova truffa su Facebook, ci sono notizie su quello che ha causato la sua morte. Messaggi come "Whitney Houston's shocking cause of death revealed" spingono  gli utenti innocenti a fare click sul social network e condividere questi messaggi.


Se gli utenti seguono uno dei link che pretendono di guidarli ad un noto sito di news americano, saranno infatti reindirizzati più volte e finiscono di fronte a una pagina di indagine che sono invitati a prendere. Questo è il primo dei due metodi che i truffatori utilizzano per trasformare l'utente in una modalità di profitto. Ogni persona che prende l'indagine significa più denaro per il truffatore.



E, infine, si vedrà il video di YouTube stesso. Esso mostra, naturalmente, senza copertura esclusiva, ma normali riprese TV sulla morte di Whitney Houston. Ogni colpo alza la classifica, così in seguito attirerà più spettatori e più profitto. Aiuteranno anche i ben piazzati annunci AdSense di Google. E' un peccato che i truffatori a volte usano disavventure delle celebrità per trarre profitto da interesse pubblico. Si prega di tenere a mente i seguenti suggerimenti su come evitare la truffa:
  • Non cliccare mai ciecamente tutti i collegamenti, soprattutto non su Facebook, ma ripensare criticamente il contenuto.
  • Condividere contenuti solo se si è sicuri circa la loro veridicità. Ciò impedirà ai truffatori di diffondere le loro menzogne.
  • Segnalare un contenuto sospetto agli operatori della piattaforma. Facebook ha una funzione dedicata per questo scopo ("Segnala / Contrassegna come spam").
Per eventuali messaggi di dubbi, si prega di fare riferimento ai media piuttosto affidabili. Anche prima di diffondersi su Facebook, canali televisivi e grandi portali di news solitamente coprono gli ultimi grandi eventi. Il fatto di essere reindirizzato più volte e la richiesta di partecipare a un sondaggio dovrebbe aumentare i sospetti, però. Nessun sito serio utilizza tali pratiche.

Christian Mairoll, CEO di Emsisoft, dice: "Il video su YouTube ha già avuto più di 1.000.000 di visite, grazie a questa truffa Facebook. Questo dimostra quanto sia facile attirare l'attenzione di molte persone con una notizia di attualità per fini criminali su Facebook. Consigliamo a tutti gli utenti di non cliccare ciecamente un link, ma a ripensare criticamente i contenuti su Facebook. E, in particolare, di non condividere immediatamente".

Nessun commento:

Posta un commento