domenica 23 febbraio 2014

Cybersecurity, 10 consigli Trend Micro per un 2014 in tutta sicurezza


Il 2014 promette di essere un anno prolifico per la criminalità informatica e ricco di sfide per il mondo della security. Un anno caratterizzato dalla rapida evoluzione dello scenario dell’”Internet del Tutto” [”Outernet”] come preludio all’ondata di innovazioni tecnologiche che chiuderanno questo decennio. 

Trend Micro Incorporated (TYO: 4704; TSE: 4704), leader globale nella sicurezza per il cloud, a dicembre ha presentato il report “Senza confini. Previsioni Trend Micro sulla sicurezza per il 2014 e oltre”, nel quale illustra la sua visione su ciò che potrebbe accadere quest’anno. Per affrontare al meglio il 2014, gli esperti di sicurezza Trend Micro, indicano anche 10 semplici accorgimenti che è sempre bene tenere presente, per una vita digitale responsabile e sicura:

1. Dotatevi di un software di sicurezza – per il computer e i per i dispositivi mobili. E’ importante che si aggiorni regolarmente e che offra più di una semplice protezione antivirus. Anche se qualcuno sostiene che non serve.

2. Siete stati di recente negli Stati Uniti? Se nell’ultimo mese avete utilizzato il vostro bancomat in un negozio della catena Target[*], cambiate il vostro PIN immediatamente. Se avete utilizzato la vostra carta di credito, date un occhio all’estratto conto e verificate che non ci siano addebiti sospetti. A dicembre, Target ha subito una grossa violazione di dati che ha coinvolto 40 milioni di clienti.

3. Verificate le impostazioni della privacy su Facebook – e nel caso modificatele. Questa operazione andrebbe fatta con molta frequenza. E’ meglio limitare la visibilità dei propri post, perché tutte le cose che si fanno su Facebook non sono private.

4. Cambiate le password di tutti gli account – E’ importante che la password sia di almeno 10 caratteri e che sia alfanumerica. Con maiuscoli, minuscoli e caratteri speciali.

5. Adottate comportamenti responsabili e di buon senso – sempre.

6. Non abboccate a email di phishing o truffe. Meglio essere sospettosi e partire dal presupposto che ogni messaggio in posta ricevuta potrebbe essere un tentativo per sottrarre dati personali.

7. Pensate! Prima di cliccare “Invio” o “Pubblica”. Condividere troppe cose può finire per perseguitare un individuo, anche a distanza di anni.

8. Shopping online – mai utilizzare un metodo di pagamento che non offre un sistema anti-frode. I bonifici o i trasferimenti di denaro non sono raccomandati per gli acquisti online, perché non c’è modo di recuperare i soldi spesi.

9. Bloccate il vostro cellulare con un codice PIN o un codice di sicurezza. E’ bene impostare anche un blocco automatico dopo un limite di tempo di inattività, per evitare intrusioni spiacevoli.

10. In caso di bambini – non vergognatevi e non siate dispiaciuti se limitate il loro accesso a internet o se monitorate le loro attività online. E’ una procedura corretta. Meglio essere anche sicuri di utilizzare un parental control, che dovrebbe essere una caratteristica inclusa nel software di sicurezza. Come nel caso di Trend Micro Titanium.


Fonte: Trend Micro

lunedì 10 febbraio 2014

G Data: Safer Internet Day '14, Creiamo insieme un’Internet migliore


Vecchi o giovani, una persona su tre al mondo è online (fonte: Bitkom). Nonostante ciò molti di questi utenti non hanno ancora familiarità con i rischi e i pericoli del World Wide Web e il loro approccio superficiale rischia di condurli direttamente nelle mani dei cyber criminali. Con lo slogan “Creiamo insieme un’Internet migliore” il decimo Safer Internet Day di Martedì 11 febbraio si focalizza su una maggiore attenzione ai pericoli della rete. 

G Data supporta quest’iniziativa spronando gli utenti Internet a esercitare una maggiore vigilanza e attenzione quando navigano in rete grazie a una serie di utili consigli. Per anni G Data ha osservato un aumento nel numero di programmi malware e attacchi contro gli utenti PC e di utenti mobile. Ma anche ora molti utenti Internet sono all’oscuro dei rischi e dei pericoli connessi alla navigazione. 

“Gli utenti Internet deve avere ben chiari quali sono i pericoli di Internet. Conoscere le trappole e i trucchi dei cyber criminali è il solo modo efficace per proteggersi”, spiega Eddy Willems, G Data Security Evangelist. I criminali prendono di mira ignari utenti coi loro attacchi in maniera tale da rubare dati personali come password per i negozi online, account bancari o caselle di posta. 

“I criminali si focalizzano su informazioni che possono essere usate per fare soldi soprattutto sul mercato nero”. Eddy Willems non sta mettendo in guardia solo gli adulti. Anche i bambini, infatti, sono un obbiettivo lucrativo per i criminali online. “I genitori non dovrebbero pensare soltanto alla loro sicurezza, ma anche a quella dei loro bambini. Oltre a utilizzare un software per la sicurezza informatica e aggiornare ogni software presente sul proprio PC o dispositivo mobile, essi dovrebbero fare molta attenzione nell’utilizzo di Internet come di un medium”. 

I consigli di G Data security in occasione del Sid 14 

Consigli generali
• Protetti da un software per la sicurezza: una potente soluzione per la sicurezza informatica è parte dell’equipaggiamento basilare di ogni computer usato per navigare in rete. Questa non deve includere soltanto una protezione contro i virus, ma anche un filtro antispam, un firewall e una protezione in tempo reale contro le minacce online.

• Chiudere le falle di sicurezza del software: si dovrebbero sempre eseguire gli aggiornamenti per il sistema operativo e per il software e le applicazioni in uso. Questo aiuterà a chiudere le falle di sicurezza che i criminali potrebbero sfruttare per i loro attacchi. 

• Diritto nel cestino: bisogna cancellare immediatamente le mail di spam ed evitare sempre di aprire i link inclusi o gli allegati. 
Password sicure: per ogni account online, per esempio quelli dei social network o delle email bisognerebbe utilizzare differenti password composte da una combinazione non logica di numeri e lettere maiuscole e minuscole. 

• Backup dei dati: gli utenti dovrebbero fare il back up di tutti i dati più importanti in modo tale da poterli recuperare in caso di crash di sistema o infezione. Una soluzione completa per la sicurezza informatica spesso contiene un modulo di backup, 
• Sicurezza dei bambini su Internet: i genitori dovrebbe insegnare ai propri figli come usare Internet in sicurezza. Il controllo parentale può aiutare i bambini e prevenire l’accesso a siti contenenti tematiche come droghe, violenza e sesso.

Smartphone e tablet
• Installare una soluzione per la sicurezza: un’app per la sicurezza fa parte dell’equipaggiamento basilare di ogni smartphone e tablet Android. L’app dovrebbe fornire una protezione completa contro malware e app malevole. 
• App fidate: si dovrebbero scaricare applicazioni solo da fonti fidate come Google Play per Android. Quando si sceglie un’app si deve porre attenzione alle autorizzazioni richieste e pensare se davvero si necessita di quest’applicazione. 
 • Attivare Bluetooth e GPS solo se necessario: gli utenti dovrebbero attivare i servizi wireless come WLAN, GPS e Blutetooth solo quando vengono effettivamente utilizzati per poi disattivarli nuovamente. 
 • Controllare le impostazioni di sicurezza: gli utenti dovrebbero attivare la funzione prompt delle password e cambiare le password standard con password personalizzate.

Social Network
• Non tutti sono tuoi amici: si dovrebbero accettare richieste di amicizia solo se effettivamente si conoscono le persone che le inviano.
• Attenzione agli URLs abbreviati: i link abbreviati possono condurre in una trappola malware. Gli utenti dovrebbero fare molta attenzione e non cliccare su URL ricevuti da sconosciuti.
• Non rivelare troppo di se stessi: gli utenti dei social network non dovrebbero rivelare troppe informazioni riguardanti se stessi e non pubblicare informazioni private come indirizzi postali o numeri di cellulare sul proprio profilo.