martedì 18 novembre 2014

G Data: operazione Toohash, nuovo cyber attacco contro le aziende


Gli esperti dei G DATA Security Labs hanno scoperto una nuova campagna spyware. Si tratta dell’Operazione “Toohash”, un cyber attacco mirato alle aziende e a organizzazioni di vario tipo. Lo scopo dell’attacco è quello di ruba-re informazioni sensibili alle aziende prese di mira. Utilizzando un approccio di tipo “spear-phising” – una tipologia più raffinata di phishing con un movente personale e mirato – i criminali hanno spedito email aventi come allegati dei documenti di Microsoft Office infetti.

Questi documenti manipolati e spacciati per pubblicità o Curriculum Vitae sono stati per lo più inviati al dipartimento Risorse Umane delle aziende colpite. La maggior parte dei file scoperti proviene da Taiwan. Da un’analisi dei documenti gli esperti di sicurezza ritengono che questo spyware sia stato utilizzato su obbiettivi situati anche in altre regioni della Cina dal momento che parte dei documenti in questione sono stati scritti in un cinese semplificato, che è parlato principalmente nella Cina continentale. 

Le soluzioni di sicurezza di G DATA hanno identificato il malware come Win32.Trojan.Cohhoc.A and Win32.Trojan.DirectsX.A. “Il malware negli allegati delle email sfrutta specificatamente una vulnerabilità in Microsoft Office e scarica un tool di accesso remoto sui computer infettati”, spiega Ralf Benzmüller, Head of G DATA SecurityLabs. "In questa campagna abbiamo identificato due differenti tipologie di malware. Entrambe contengono noti componenti usati nel cyber spionaggio come moduli per l’esecuzione automatica di codici, file listing, furto di dati, ecc.” 

Nel corso della propria analisi gli esperti dei G DATA SecurityLabs hanno scoperto oltre 75 server di controllo che sono utilizzati per gestire I PC infetti. La maggioranza di questi server sono localizzati a Hong Kong e negli USA. La console di amministrazione che i criminali usano per controllare i computer infetti è in parte in Cinese e in parte in Inglese. Perchè tutto questo? Perchè il furto dei dati è un affare assai lucrativo. A causa del valore crescente di segreti commerciali e politici l'uso di questo tipo di campagna è molto probabile che aumenterà in futuro.

Importanti piani di costruzione, dati dei clienti, business plan, email e altri dati sensibili aziendali sono dati che, una volta rubati, diventano molto ambiti, soprattutto nel mercato del business aziendale. Gli acquirenti dei dati rubati vengono scoperti velocemente e di norma si tratta di aziende concorrenti e servizi segreti. La perdita di dati, inoltre, può rappresentare un danno commerciale e finanziario per le aziende interessate. Un’analisi dettagliata di questo spyware è disponibile sul G DATA SecurityBlog: http://bit.ly/operazione-Toohash.


Fonte: G DATA

Nessun commento:

Posta un commento