giovedì 25 dicembre 2014

Natale social: dieci consigli per evitare brutte sorprese sotto l’albero


Trend Micro ha reso disponibile anche una applicazione per testare la privacy del proprio profilo Facebook. Trend Micro Incorporated (TYO: 4704), leader globale nella sicurezza per il cloud, crea da sempre un mondo sicuro nel quale scambiare informazioni digitali. Per questo, con l’avvicinarsi delle festività natalizie e per aiutare gli utenti dei social media a proteggere al meglio le proprie informazioni personali, ha realizzato un app interattiva che testa la sicurezza e il livello di privacy dei profili Facebook.

Accedendo all’app con il proprio profilo Facebook, viene creato un video che mostra quali informazioni personali sono alla portata di un ipotetico “Babbo Natale cattivo” che rappresenta i cyber criminali, alla perenne ricerca di dati personali da sfruttare per operazioni di ingegneria sociale. Ci sono diversi punti di ingresso disponibili per i cyber criminali nel parco giochi interattivo del social networking: falsi profili o compromessi, app pericolose, malvertisements, cybersquatting, spam e phishing camuffato da notifiche legittime dai social network, sfruttamento delle vulnerabilità e messaggi diretti. 

Le vittime sono a rischio di furto di identità, frodi, infezioni o semplicemente di diventare una piattaforma di attacco per infettare o truffare i propri amici e colleghi. L'unica cosa che tutti questi attacchi hanno in comune è però la cosa che lega insieme le reti sociali: la fiducia. Perché gli attacchi, i messaggi e i link che vengono da amici o colleghi, sembrano molto più credibili rispetto alle email spam provenienti da uno sconosciuto. Trend Micro presenta anche una lista di dieci consigli per un Natale al sicuro da insidie sui social network:

  1. Tutto rimane online. Meglio postare solo update e fotografie che non ci preoccuperemmo di far vedere anche a persone sconosciute
  2. Controllo dei tag* e delle mention. Essere taggato in un post o in un’immagine potrebbe sembrare innocuo, ma potrebbe rovinare la privacy. Meglio impostare la funzione che filtra i tag prima di renderli pubblici
  3. Verificare l’audience dei post**. Meglio essere sicuri che i propri post siano visti solo dal giusto pubblico e non indistintamente da chiunque
  4. Non cliccare su un link twittato da un utente sconosciuto. Specialmente se anche il tweet sembra sospetto
  5. Utilizzare un sistema di autenticazione a due fattori*** per Facebook e per qualsiasi altro social media. È consigliabile anche attivare ulteriori misure di sicurezza
  6. Verificare sempre le policy relative alla privacy e adattarle alle proprie esigenze
  7. Controlli incrociati. Le impostazioni di sicurezza e privacy possono essere controllate anche da appositi software, per essere sicuri che le informazioni rimangano private
  8. Bloccare**** e denunciare gli spammer. Questo aiuta sia gli utenti che i social network
  9. Verificare i link ricevuti dai propri contatti. Anche attraverso altri strumenti di messaggistica
  10. Chi trova un amico… Attenzione ad accettare le richieste di amicizia da sconosciuti, spesso sono falsi profili creati dai cyber criminali, per sottrarre informazioni personali

“La maggior parte delle persone non si rende conto che spesso finisce per cedere informazioni personali online. Lo fa inconsapevolmente o per troppa fiducia, ma questo fa gioco ai cyber criminali che possono usare queste informazioni per scopi illeciti”. Ha dichiarato Rik Ferguson, Trend Micro’s Vice President of Security Research. Per accedere all’app di Natale Trend Micro cliccare qui http://bit.ly/1vt5WyA Informazioni su Trend Micro Incorporated e su soluzioni e servizi sono disponibili su www.trendmicro.it. In alternativa, tenersi informati sulle novità tramite Twitter all’indirizzo @TrendMicroItaly

Controllo dei tag è un'opzione che consente di approvare o rifiutare i tag che gli utenti aggiungono ai propri post.
** Audience dei post. Si ha a disposizione uno strumento di selezione del pubblico nelle diverse sezioni in cui si condividono aggiornamenti di stato, foto e altri contenuti.
*** L'approvazione degli accessi‎ è una funzione di sicurezza in più, simile alle notifiche di accesso, ma con un ulteriore passaggio di sicurezza. 
**** E' possibile bloccare qualcuno per rimuoverlo dagli amici e impedirgli di avviare conversazioni o di vedere ciò che viene pubblicato sul proprio profilo.




Fonte: Trend Micro

Nessun commento:

Posta un commento