domenica 31 gennaio 2016

Europol, al via eumostwanted.eu sui criminali più ricercati in Europa


Caccia ai latitanti in Europa. Le autorità penali europee hanno unito le forze per creare un nuovo sito web dedicato dove il pubblico può aiutare la polizia a rintracciare i latitanti più ricercati in Europa. Lanciato dall'ENFAST, una rete di agenti di polizia dei Ventotto Stati membri dell'Unione europea specializzata nell'intraprendere azioni immediate per individuare e arrestare i fuggitivi, con il supporto di Europol, il sito condividerà le informazioni sui soggetti criminali di alto profilo ricercati a livello internazionale, condannati o sospettati di aver commesso gravi reati o attentati terroristici in Europa.

Allo scopo di aumentare la sicurezza all'interno dell'Unione europea, questa è la prima iniziativa a livello paneuropeo per presentare congiuntamente una lista dei ricercati su una piattaforma comune. Da oggi, i cittadini dell'Ue e al di fuori - spiega una nota di Europol - possono fornire utili informazioni tramite il sito web, se lo desiderano anche anonimamente. Disponibile in 17 lingue Ue, il contenuto del sito web sarà gestito e pubblicato dai Team nazionali Enfast degli Stati Membri dell'Ue, i cui amministratori caricheranno i latitanti più ricercati nei loro Paesi e riceveranno direttamente qualsiasi informazione sul loro conto.  Al momento nella lista ci sono 45 criminali, tra questi due italiani.

Per rendere il sito eumostwanted.eu facile da usare si presenta una lista compatta, ogni Paese pubblicherà un numero limitato di obiettivi che saranno selezionati ed aggiornati regolarmente in base alle loro priorità. Europol ha sostenuto Enfast con questo progetto con lo sviluppo di una piattaforma sicura per il sito web "Latitanti più ricercati d'Europa" ("Europe's Most Wanted Fugitives"). Europol aiuterà anche gli amministratori Enfast con problemi tecnici, come account di login e diritti di accesso. Per l'Italia l'attività di update delle pagine web e di coordinamento con gli altri team sarà svolta dalla Direzione centrale della polizia criminale - Servizio per la cooperazione internazionale di polizia (Scip). 

L'European Network of Fugitive Active Search Teams (ENFAST) è una rete di agenti di polizia che possono intraprendere azioni immediate per individuare ed arrestare i fuggitivi. Formata dai team nazionali di ricerca dei fuggitivi dai 28 Stati membri dell'Ue - Fugitive Active Search Teams (FAST) e delegati Enfast - permette una cooperazione rapida ed efficace tra i paesi dell'Ue per individuare e arrestare gravi criminali o terroristi in generale. La creazione di Enfast è stata adottata dal Consiglio europeo il 9 novembre 2010. Il German Fugitive Active Search Team attualmente detiene la presidenza Enfast (2015-2016), dopo di che l'assumerà il Dutch Fast olandese (2017-2018). 

L'iniziativa lanciata dalla Rete Europea di team per la ricerca attiva dei latitanti (Enfast), con il supporto di Europol, rappresenta il primo progetto tra tutti i Ventotto paesi dell'Unione europea. Gli Stati membri dell'Unione europea che attualmente partecipano al sito web "Latitanti più ricercati d'Europa" sono: Austria, Belgio, Croazia, Cipro, Repubblica Ceca, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Ungheria, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Regno Unito. La partecipazione di altri paesi dell'Ue è attualmente in fase di revisione. Hashtag: #MostWanted, #EU.

Nessun commento:

Posta un commento